Direzione regionale Puglia

Ti trovi in: Home - Servizi - Dichiarazione precompilata 2020

Dichiarazione precompilata 2020


L’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei contribuenti, sul proprio sito internet, la dichiarazione precompilata, sia per chi presenta il modello 730 sia per chi presenta il modello Redditi.

Si tratta di una vera e propria dichiarazione dei redditi nella quale l’Agenzia ha già inserito i dati su redditi, ritenute, versamenti e numerose spese detraibili o deducibili.



Quando è disponibile e scadenze



A partire dal 5 maggio 2020, in un’area autenticata del sito internet dell’Agenzia delle entrate è disponibile la dichiarazione precompilata 2020 (730 e Redditi) e il relativo foglio riepilogativo. Potrà essere inviata, se si sceglie il modello 730, fino al 30 settembre 2020.

 Il 30 novembre 2020 è invece la scadenza per l’invio del modello Redditi.

Tutte le scadenze: https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/scadenze



Modalità di accesso



Per accedere occorre essere in possesso:


• delle credenziali SPID - “Sistema Pubblico dell’Identità Digitale” per accedere ai servizi della pubblica amministrazione

https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/registrazione-a-spid

• delle credenziali Fisconline rilasciate dall’Agenzia delle entrate (codice Pin e password)

https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/registrazione-a-fisconline

• pin dispositivo rilasciato dall’Inps

https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/registrazione-ai-servizi-dell-inps

• Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

  Con le credenziali dell’Agenzia o con SPID si può anche scegliere di operare:

- in qualità di “tutore” o “genitore” per presentare la dichiarazione di un tutelato o di un minore

https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/registrazione-in-qualita-di-tutore-o-genitore

- in qualità di “erede” se si deve presentare la dichiarazione di una persona deceduta

https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/registrazione-in-qualita-di-erede

Provvedimento di accesso:

 https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/provvedimento-30-aprile-730-precompilata



Cosa contiene



L’Agenzia ha già inserito i dati su redditi, ritenute, versamenti e numerose spese detraibili o deducibili.

I dati disponibili: https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/cosa-contiene

Le principali novità 2020: https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/novita



Cosa si può fare



Effettuato l’accesso, il contribuente può visualizzare:


• la dichiarazione dei redditi precompilata

• l’elenco dei dati inseriti nella dichiarazione e di quelli che l’Agenzia non ha potuto inserire perché non completi o incongruenti.

Il contribuente deve verificare se i dati inseriti sono corretti e, a seconda dei casi, può:

• accettare la dichiarazione (solo se si sceglie il modello 730) senza fare modifiche

• rettificare i dati non corretti

• integrare la dichiarazione per inserire, per esempio, altre spese deducibili o detraibili non presenti

• inviare la dichiarazione direttamente all’Agenzia delle entrate.

I coniugi possono presentare la dichiarazione precompilata in forma congiunta, direttamente tramite l’applicazione, a condizione che ci siano i requisiti richiesti per la presentazione del modello 730 in forma congiunta.


Per tutte le informazioni: https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/i-passi-da-seguire

Il contribuente può anche rivolgersi al proprio sostituto di imposta che presta assistenza fiscale oppure a un Caf o un professionista abilitato, al quale deve consegnare un'apposita delega per l'accesso al 730 precompilato.




Pagamenti e rimborsi

730 precompilato

Se dalla dichiarazione emerge un credito o un debito il relativo rimborso o trattenuta avviene con le stesse modalità del 730 ordinario.
Quindi, se dal 730 precompilato emerge un credito da rimborsare, il contribuente otterrà il rimborso direttamente dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico. Se, invece, emerge un debito, il datore di lavoro o l'ente pensionistico effettuerà la trattenuta. La somma sarà accreditata (o trattenuta) nella busta paga o nella rata di pensione a partire, rispettivamente, da luglio e agosto/settembre.

730 precompilato senza sostituto d'imposta

I contribuenti che non hanno un sostituto d'imposta, per esempio perché hanno perso il lavoro nel corso dell'anno, ricevono l'eventuale rimborso direttamente dall'Agenzia delle Entrate. Se il contribuente ha fornito all'Agenzia le coordinate del suo conto corrente bancario o postale (codice Iban), il rimborso viene accreditato su quel conto.
Se, al contrario, emerge un debito, il contribuente che invia direttamente la dichiarazione può effettuare il pagamento tramite la stessa applicazione online (la procedura consente, infatti, di indicare l'Iban del conto corrente su cui effettuare l'addebito). Può anche stampare il modello F24 che l'Agenzia ha già precompilato con i dati necessari e pagare con le modalità ordinarie.
Il contribuente, invece, che si rivolge per l'assistenza fiscale a un Caf o professionista abilitato, può trasmettere in via telematica il modello F24 all'Agenzia delle Entrate tramite lo stesso intermediario, oppure versare con il modello F24 che gli sarà consegnato.


Redditi precompilato

Il contribuente che presenta il modello Redditi precompilato può effettuare i versamenti e ottenere i rimborsi con le modalità ed entro i termini descritti nelle istruzioni per la compilazione del modello Redditi.


Attenzione : per il 730/2020 è possibile effettuare l’opzione “Nessun sostituto” anche in presenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio. Il rimborso viene erogato direttamente dall'Agenzia delle Entrate. Se il contribuente ha fornito all'Agenzia le coordinate del suo conto corrente bancario o postale (codice Iban), il rimborso viene accreditato su quel conto. Se dal 730 emerge un debito, il contribuente può effettuare il pagamento direttamente online (la procedura consente, infatti, di indicare l'Iban del conto corrente su cui effettuare l'addebito).




Vantaggi


Oltre ad avere il modello già compilato, in cui sono stati già inseriti la maggior parte dei dati e calcolate le imposte da pagare o il rimborso da incassare, il contribuente che utilizza il 730 precompilato non dovrà più esibire le ricevute e non sarà soggetto a controlli documentali

Per maggiori informazioni: https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/i-vantaggi




File pdfCircolare n. 13 del 31 maggio 2019 (4.81 MB)

File pdfGuida alla dichiarazione precompilata 2020 (2.13 MB)

File pdfIstruzioni modello 730/2020 (1.97 MB)

File pdfIstruzioni modello Redditi PF 2020 fascicolo 1 (1.90 MB)

File pdfIstruzioni modello Redditi PF 2020 fascicolo 2
(1.13 MB)