Direzione regionale Puglia

Ti trovi in: Home - Documentazione - Cedolare secca

Cedolare secca

La cedolare secca sugli affitti è un'imposta che, se scelta, sostituisce quelle ordinariamente dovute sulle locazioni e, cioè:

  • l’Irpef e le addizionali sul reddito degli affitti;
  • l’imposta di registro e il l'imposta di bollo alla registrazione;
  • l’imposta di registro sulle risoluzioni e proroghe del contratto di locazione;
  • l’imposta di bollo, se dovuta, sulle risoluzioni e proroghe del contratto.

L’imposta sostitutiva si calcola applicando un’aliquota del 21% sul canone di locazione annuo stabilito dalle parti.

E’, inoltre, prevista un’aliquota ridotta per i contratti di locazione a canone concordato relativi ad abitazioni ubicate:

  • nei comuni con carenze di disponibilità abitative (articolo 1, lettera a) e b) del dl 551/1988). Si tratta, in pratica, dei comuni di Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Venezia e dei comuni confinanti con gli stessi nonché gli altri comuni capoluogo di provincia
  • nei comuni ad alta tensione abitativa (individuati dal Cipe).

Dal 2013 l'aliquota per questi contratti è pari al 15% (Dl 102/2013), ridotta al 10% per il quadriennio 2014-2017. Il Dl 47/2014 ha disposto, infine, che la stessa aliquota sia applicabile anche ai contratti di locazione stipulati nei comuni per i quali è stato deliberato, nei 5 anni precedenti la data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto (28 maggio 2014), lo stato di emergenza a seguito del verificarsi di eventi calamitosi.

Maggiori dettagli sono disponibili nella guida appositamente predisposta dall'Agenzia delle Entrate.

Per ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi a:

Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale della Puglia

Via Amendola 201/7 - 70126 Bari

PEC: dr.puglia.gtpec@pce.agenziaentrate.it

Tel: 0805490111 - Postafax: 0650763141

o contattare il numero verde 848.800.444

.